Translate

venerdì 30 maggio 2008

Routine al deposito locomotive...

La 245 6088 è titolare del treno che rifornisce di gasolio il deposito; qui è impegnata nelle manovre di rifornimento.



Intanto sul binario adiacente una 345 è impegnata in alcune manovre.

giovedì 22 maggio 2008

venerdì 16 maggio 2008

Una betoniera da pochi euro...

In uno dei tanti ipermercati è facile imbattersi nel reparto giocattoli e scovare delle economiche macchine made in China in scala 1:72; certo un pò abbondanti per la nostra beneamata scala 1:87, però chiudendo un occhio tutto si può fare...
Considerando che con meno di 5 euro la compri.
Questa che ho elaborato presentava un fastidioso colore verde fosforescente sul telaio e sui serbatoi vari. Per prima cosa ho smontato il veicolo e ho verniciato in giallo le parti desiderate.
Con aereografo ho spruzzato un bel color sabbia sporco sulle ruote e sul frontale. Poi con del cemento vero ho fatto il resto...
Che betoniera è senza cemento??

martedì 6 maggio 2008

Un merci Omnibus

Merci Omibus appena uscito della galleria della Nunziata. 10/05/76, Acquevive.

Un vigneto e degli alberi da frutta

Il vigneto è una coltivazione che caratterizza numerose zone della nostra Italia; perchè allora non impreziosire il nostro diorama, o plastico, di questo suggestivo particolare? Il procedimento che ho adottato è molto semplice, infatti prendendo spunto da alcuni vigneti della mia zona, ho notato che i paletti di sostegno dei filari erano fatti con delle traverse in legno, non di rado proprio quelle che un tempo erano le traverse dei binari, progressivamente sostituite.

Per la riproduzione ho usato dei fiammiferi, ma vanno bene anche dei listelli 2x2 mm in legno. Tagliati a misura, con il classico riferimento dell'omino Preiser e verniciarti in color legno (Humbrol 110) li ho inseriti nel terreno a distanza di circa 2 cm l'uno.

Con un filo da cucito nero ho creato le impalcature e su di esse ho posati i fiocchi commerciale in verde medio e chiaro, a creare le chiome della vigna. Questa foto mostra uno stadio del lavoro in fase avanazata.

Varie volte, nelle riviste del settore, sono apparsi articoli sull'utilizzo di materiale naturale per realizzare la vegetazione. Si faceva riferimento ai bonsai, i quali per dimensione si avvicinano molto ai nostri alberi in scala. Essendo io anche appassionato di bonsai, e purtroppo avendone perso uno, ho selezionato dei rametti dalla pianta defunta. Ecco il risultato, ottenuto con i soliti fiocchi commerciali e il rametto, dipinto e invecchiato un poco.