Translate

martedì 9 dicembre 2008

Articolo su TT Modellismo nr.36 dicembre 2008

Con grande piacere è stato pubblicato il mio primo articolo sulla rivista specializzata "Tutto Treno Modellismo" di dicembre 2008.
Ecco un piccolo assaggio:
Microdiorama per le foto
Testo Francesco Padula; foto B. Sabatini

"Un microdiorama per scattare foto realistiche e ben ambientate ai propri modelli è una soluzione ideale per avvicinarsi al meraviglioso mondo dei diorami senza rischiare troppo denaro e impegnare troppo spazio. Ecco come un altro giovane talento si è cimentato in un’opera non complessa ma d’effetto, miscelando parti commerciali, autocostruzione..."

mercoledì 3 dicembre 2008

Come fare un albero autunnale?

La varietà dei colori della natura in autunno è stupefacente. Vediamo come riprodurre nel nostro piccolo quest'aspetto.

Per il tronco e la ramificazione di questo piccolo albero ho utilizzato delle radici secche che ben si prestavano a simulare la chioma. Con l'aiuto di una forbice ho dato una forma credibile alla struttura dei rami;

poi una passata di marrone opaco acrilico in bomboletta. Asciugato, con della colla spray si attaccano le fibre del colore che più preferiamo.Nel mio caso ho utilizzato articoli Woodland Scenics ed Heki.

Niente di più semplice, il nostro alberello in veste autunnale è pronto!

Nuove foto sul diorama "Il casello"

Un 245 serie 0000 effettua un merci raccoglitore nel lontano 1988.

Aln 668 3306 supera il PL con croce di Sant'Andrea.

Altri tempi per la 668, questa volta l'unità 3204 nei colori originali.




lunedì 3 novembre 2008

Passaggio a raso su binario

Il passaggio a raso è una situazione molto comune in ferrovia. Vediamo con poche foto un semplice procedimento per realizzarlo.



1)Con il Dremel ed una punta abrasiva si eliminano le ganasce e i bulloni delle rotaie; attenzione alla vista, meglio proteggersi con una visiera.




2) Con dei listelli 2x2 mm di Plasticard andiamo a creare i pezzi che comporanno l'attraversamento sul binario. La misura non è importante, basta seguire scrupolosamente l'andamento della strada e quindi della carreggiata.



3) Disponiamo i listelli sul binario e li incolliamo con del cianoacrilico; prima dell'incollaggio proviamo con un carro l'effettiva scorrevolezza.



4) Ecco il risultato finale. In questo caso ho utilizzato del cemento per ricreare l'asfalto. Sull'argomento "strade" ritornerò più avanti, esistono molti metodi e tutti diversi.

I listelli sono utili per imitare traverse di legno messe a "risparmio" su tronchini e tratti di ricovero, come in questo caso.

giovedì 16 ottobre 2008

lunedì 6 ottobre 2008

Sondaggio chiuso

Ringrazio in primis tutti Voi che gentilmente avete votato nel sondaggio.
Questo strumento mi ha permesso di capire l'orientamento che posso dare, secondo il vostro gradimento, al blog.
Secondo i risultati del sondaggio prediligerò la trattazione degli argomenti in quest'ordine:
1) costruzione paesaggio
2) autocostruzione edifici
3) invecchiamento rotabili
4) digitale e decoders
Specialmente per il quarto punto (digitale e decoders) gradirei molto le vostre esperienze;
quindi se avete piacere nel condividere i vostri lavori potete mandarli a me e li pubblicherò volentieri.
Usate questa mail: chemikal@hotmail.it
Vi ringrazio ancora,
Francesco

giovedì 2 ottobre 2008

Carrozza 1956R



Leggera patinatura per questa carrozza tipo 1956 R di Acme.
L'intervento è stato eseguito con terre a toni di marrone e una leggera passata di aereografo sulla parte bassa delle fiancate.
Anche il tetto è stato leggermente patinato.
Per fissare il tutto ho provato un trasparente opaco della Vallejo.
I carrelli e gli assi sono stati verniciati in nero opaco e poi ripassati con polveri color ruggine-marrone.
Anche i gruppi batterie hanno ricevuto lo stesso trattamento.




giovedì 25 settembre 2008

Nuove carrozze cuccette X di Acme

Appena uscite le nuove carrozze UIC X cuccette di Acme, in due differenti tipologie, con porte dorate e non, con numerazione diversa. L'unico punto debole, a detta del popolo dei forums sono le cornici dei finestrini un pò troppo semplificate.
Per il resto, a mio avviso, sono delle gran belle carrozze, con la finezza estetica con cui Acme ci ha abituato.



venerdì 12 settembre 2008

Fabbricato viaggiatori in Forex



In questi giorni, sto costruendo, partendo da foto e da disegni ricavati un fabbricato viaggiatori situato sulla bella linea a trazione diesel Campobasso - Termoli.

Ho usato Forex da 2mm per le pareti, listelli e fogli di plasticard da 0,25/0,50 mm per le modanature e le cornici intorno le finestre.
Inutile dire che il lavoro di taglio delle porte e delle finestre è stato laborioso, ma usando un buon cutter e cambiando le lame spesso (occhio a non farsi male, presi dalla foga di tagliare) si ottengono risultati migliori.

Il tutto è ancora in fase di lavorazione, questo è l'aspetto raggiunto finora. Nei prossimi posts spiegherò la fase di verniciatura e di sporcatura.


lunedì 1 settembre 2008

31 agosto 2008 1° Concorso ACAF 2008

Con immensa soddisfazione e gratitudine, ieri 31/08/2008, presso la Borsa Scambio tenutasi a Montesilvano (PE), organizzata con professionalità e dedizione dall' ACAF (http://www.acaf-montesilvano.com/), ho ottenuto il primo posto nel concorso modellistico che aveva per tema la riproduzione di un tratto di ferrovia abruzzese.
La giornata è passata velocemente ed in modo piacevole, avendo avuto modo di salutare e pranzare dell'ottimo pesce con numerosi amici dei vari forums. Inoltre il mercatino dei modelli sembrava ben assortito.

Spero che la manifestazione abbia sempre maggiori soddisfazioni, e sia l'inizio di un lungo percorso, tale da rilanciare e sostenere sempre il nostro bellissimo hobby.

In foto la galleria Cerreto della Sulmona Carpinone, presso Campo di Giove.

domenica 24 agosto 2008

Elaborazione casello

Ritorno sull'argomento "casello" perchè ho completato l'elaborazione; ricordo ai lettori di essere partito dal casello Acme, a cui ho modificato la porta di accesso, ponendola al centro. Ho eseguito una verniciatura e poi ho invecchiato e patinato l'edificio con la tecnica del dry-bushing. Il tutto è fatto a pennello con colori acrilici.

Lo stabile è inserito in un piccolo diorama fotografico, mancano ancora altri particolari che presto inserirò.

giovedì 21 agosto 2008

Il palo luce PSolar

Modellismo Ferroviario...che passione!! è lieto di pubblicare una bella prova modellistica del valente modellista Marco De Angelis, presente sul web con http://www.elmofer.135.it/.


Il palo Luce Psolar

Autocostruzione, testi e foto di Marco De Angelis.


Nel campo della illuminazione stradale anche l'energia solare sta mettendo il suo piede...questa cosa mi ha ispirato a realizzare un palo della luce alimentato da pannello solare.

Non è difficile da realizzare. Serve un tondino di rame a sezione piccola, tagliato ad altezza giusta per la scala Ho. Intagliare a 3//4 del tondino con un seghetto per ricavare il punto di appoggip per l'asta della plafoniera. Per la luce ho utilizzato un led smd (un polo arriva alla base del palo, l'altro utilizzo il palo come polo negativo). L'asta della plafoniera la saldo successivamente con il palo, dopo aver passato il filo del polo positivo all'interno del tondino.Il quadro elettrico del trasformatore si puo' facilemnte realizzare o con plasticard, con pezzetto di compensato etc.La superficie del pannello solare è di cartoncino, tagliato a misura per il palo in questione.

Gli specchi solari li ho trovari su internet, stampati alla giusta misura ed applicato al cartoncino. Quest'ultimo fissato con un po di cianoacrilica sulla sommita del palo. Il palo è stato verniciato con un colore argento opacizzato, la plafoniera di bianco, il trasformatore ed il lato posteriore del pannello solare di grigio. Le foto penso che aiutano a comprendere meglio il lavoro fatto.



martedì 5 agosto 2008

Sondaggio: che articoli vorresti fossero pubblicati?

Cari lettori,
da qualche giorno ho attivato questo sondaggio.
Con le visite sempre crescenti al blog (Vi ringrazio di cuore) vorrei sapere quali argomenti vorreste leggere con più frequenza ed interesse;
tra l'altro sto pensando di aprire il blog anche a collaboratori esterni, che periodicamente mostrino i propri lavori. Un modo di confrontarsi e scambiarsi ottimi consigli.
Potete manifestare da subito il vostro interesse, votando nel sondaggio.
Grazie a tutti!
Francesco

giovedì 10 luglio 2008

Binari e dintorni



Quante volte i nostri binari sono desolatamente vuoti e poco reali?

Al vero, nei pressi della massicciata ferroviaria, si trovano molti elementi quali canalette di scolo delle acque, tubi passacavi, casse dei circuiti di binario, paletti etc.etc.
Un piccolo diorama è la giusta occasione per sperimentare e mettere alla prova questi particolari.
In foto, la sede ferroviaria invecchiata con colori e terre.
A presto con altre foto ed altri particolari!

martedì 24 giugno 2008

Carico di rottami ferrosi

Prendendo spunto da un articolo del nuovo
"Manuale del Modellismo Ferroviario" di B. Sabatini e M. Tiedtke ho elaborato un carro tipo E con un carico di rottami ferrosi.
Il procedimento è molto semplice; si usa la spugnetta abrasiva da cucina,magari sottraendola sotto il lavandino a nostra madre/moglie.
Superato il primo scoglio si colora a spruzzo con un colore marrone-ruggine e si lascia asciugare.

Si sagoma per essere adattata al tipo di carro da caricare, ottimi sono anche gli Eaos. Il carico può essere anche soltanto inserito nel carro e non incollato.

Poi una bella passata di aereografo su tutto il carro a renderlo più vissuto.

Assolutamente da provare!


mercoledì 18 giugno 2008

Un casello..diverso


In foto una facciata del casello FS in kit di Acme, a cui ho modificato la porta di accesso, che era sulla sinistra, ponendola al centro, per imitare una tipica struttura presente su un tratto ferroviario di prossima riproduzione.

Il lavoro è veramente veloce e semplice. La facciata è stata anche parzialmente invecchiata.
Può essere un buon esempio di utilizzo dei kit in plastica e resina e di una personalizzazione, rendendoli così unici e più reali.




lunedì 9 giugno 2008

245 serie 0000



Nuova produzione di Safer, che propone la 245 0043; ho ottenuto la spocatura con terre e colori acrilici.
Nella foto, la 245 attende di espletare alcune manovre in deposito ed il manovratore attende ordini.




giovedì 5 giugno 2008

Un tratto in trincea



Nelle tratte appenniniche spesso la ferrovia deve superare piccole alture, correndo in trincea, dove una galleria sarebbe inutile.
L'immagine mostra un esempio in cui il terreno a lato è trattenuto da un muro in pietra (vedi http://france656.blogspot.com/2008/04/mura-in-gesso-alabastrino.html) e da rocce realizzate con calchi e gesso alabastrino.

venerdì 30 maggio 2008

Routine al deposito locomotive...

La 245 6088 è titolare del treno che rifornisce di gasolio il deposito; qui è impegnata nelle manovre di rifornimento.



Intanto sul binario adiacente una 345 è impegnata in alcune manovre.

giovedì 22 maggio 2008

venerdì 16 maggio 2008

Una betoniera da pochi euro...

In uno dei tanti ipermercati è facile imbattersi nel reparto giocattoli e scovare delle economiche macchine made in China in scala 1:72; certo un pò abbondanti per la nostra beneamata scala 1:87, però chiudendo un occhio tutto si può fare...
Considerando che con meno di 5 euro la compri.
Questa che ho elaborato presentava un fastidioso colore verde fosforescente sul telaio e sui serbatoi vari. Per prima cosa ho smontato il veicolo e ho verniciato in giallo le parti desiderate.
Con aereografo ho spruzzato un bel color sabbia sporco sulle ruote e sul frontale. Poi con del cemento vero ho fatto il resto...
Che betoniera è senza cemento??

martedì 6 maggio 2008

Un merci Omnibus

Merci Omibus appena uscito della galleria della Nunziata. 10/05/76, Acquevive.

Un vigneto e degli alberi da frutta

Il vigneto è una coltivazione che caratterizza numerose zone della nostra Italia; perchè allora non impreziosire il nostro diorama, o plastico, di questo suggestivo particolare? Il procedimento che ho adottato è molto semplice, infatti prendendo spunto da alcuni vigneti della mia zona, ho notato che i paletti di sostegno dei filari erano fatti con delle traverse in legno, non di rado proprio quelle che un tempo erano le traverse dei binari, progressivamente sostituite.

Per la riproduzione ho usato dei fiammiferi, ma vanno bene anche dei listelli 2x2 mm in legno. Tagliati a misura, con il classico riferimento dell'omino Preiser e verniciarti in color legno (Humbrol 110) li ho inseriti nel terreno a distanza di circa 2 cm l'uno.

Con un filo da cucito nero ho creato le impalcature e su di esse ho posati i fiocchi commerciale in verde medio e chiaro, a creare le chiome della vigna. Questa foto mostra uno stadio del lavoro in fase avanazata.

Varie volte, nelle riviste del settore, sono apparsi articoli sull'utilizzo di materiale naturale per realizzare la vegetazione. Si faceva riferimento ai bonsai, i quali per dimensione si avvicinano molto ai nostri alberi in scala. Essendo io anche appassionato di bonsai, e purtroppo avendone perso uno, ho selezionato dei rametti dalla pianta defunta. Ecco il risultato, ottenuto con i soliti fiocchi commerciali e il rametto, dipinto e invecchiato un poco.

sabato 26 aprile 2008

Patinatura di un carro Eaos

Semplice elaborazione di un carro Eaos di Hornby. L'effetto è stato ottenuto con terra di siena in polvere, stesa a pennello con setole dure, aereografo con mistura di nero "sporco", ritocco in giallo di alcuni particolari; il carico è stato fatto con terracotta, frantumata con un martello da un vecchio vaso.

In fase di elaborazione, è bene aiutarsi con foto dal vero così da poter scegliere e valutare i colori e gli effetti da usare. I carri merci vanno davvero invecchiati, anche perchè al vero, dopo il secondo giorno di uso, sono già così!

lunedì 14 aprile 2008

Mura in gesso alabastrino





Ho realizzato due tipi di mura in pietra, colando un impasto di gesso alabastrino (più resistente della comune scagliola) in stampi in gomma morbida.

Il tempo di farli essiccare al sole, ed hanno ricevuto una colorazione con colori a tempera ed acrilici. L'effetto finale è notevole.




lunedì 7 aprile 2008

E 402b 133





Immagini della nuova 402b 133 di Rivarossi Hornby, fresca di verniciatura xmpr, in testa ad un IC Plus.

La locomotiva d'Italia: la 740






Dopo un'attesa durata tanto tempo, è finalmente uscita la 740, sotto il marchio Rivarossi/Hornby. La riproduzione è in perfetta scala 1:87. Sono rimasto molto entusiasta del modello. A mio avviso è un pezzo che non può mancare nelle collezioni, per il valore storico che rappresenta e per il suo fascino oggettivo.
Di seguito il modello 740.108, in versione musealizzata presso il museo di Trieste Campo Marzio, ed alla testa di un convoglio commemorativo con le "Terrazzini" (Acme).

giovedì 3 aprile 2008

E' primavera!



E' primavera! I contadini stanno preparando il terreno per i lavori stagionali. E' probabile che nasceranno dei bei pomodori fra qualche mese!

mercoledì 26 marzo 2008

Carro E di servizio

Semplice elaborazione di un carro tipo E di servizio (Roco). Con poche ore di lavoro, si ottengono questi risultati.

Vele delle ruote, sottocassa, piatti dei respingenti in nero opaco; all'interno ho simulato un carico di traverse usurate in CAP, il carico è rimovibile.

lunedì 17 marzo 2008

Vecchi ricordi



Inizio con questo post alcune prove di fotoritocco, per fotografare modelli storici ed ambientarli al massimo nel loro contesto.
Protagonista, ancora una volta, la 668 di qualche post indietro.

giovedì 13 marzo 2008

Carri Tutto Treno in kit


Presento due carri in kit della fortunata serie di Tutto Treno.

Poche ore di lavoro ma la soddisfazione di montarli è ben diversa dal comprare un modello in negozio!

Vorrei segnalare che per la verniciatura ho usato i colori Puravest, dati a spruzzo, che si sono dimostrati eccellenti. Li consiglio vivamente.

mercoledì 12 marzo 2008

martedì 26 febbraio 2008

E 656 007


Arrivata la nuova 656 007; il Capostazione si sta chiedendo cosa avrà fatto quel vomere?
Ops..devo montare gli aggiuntivi..:-)

giovedì 14 febbraio 2008

Aln 668 1401

In onore delle neonate 668 Vitrains, questa foto, aspettando le altre uscite di serie.
La bella automotrice fà capolino dalla galleria, impegnata in un treno turistico.

venerdì 1 febbraio 2008

Particolari attorno un casello ferroviario





La riproduzione in scala di un casello è di fondamentale importanza per riprodurre uno scorcio ferroviario. Sappiamo che non molto tempo fa, la funzione del casello ferroviario e del "casellante", colui che abitava e svolgeva le mansioni di linea, era importantissima, ed indubbiamente aveva un fascino che oggi, con l'automatizzazione delle linee, è andato perso per sempre.


Nel nostro piccolo mondo in scala, la messa in opera di un casello, può darci lo spunto per ricreare quell'atmosfera perduta. Nelle vicinanze del fabbricato, quasi sempre c'era (in molti casi ancora oggi dove i caselli sono abitati) un fiorente orticello, una rimessa per attrezzi ed altri elementi caratterizzanti come muretti a secco, cancelli, la classica staccionata Fs.


In questa sequenza di foto ci sono vari spunti su come rendere in scala questi elementi.